Arnaldo da Brescia: il parcheggio della vergogna

Il parcheggio sul lungotevere Arnaldo da Brescia giace inerte e irridente da decine di anni, alla faccia dei cambi di potere che sempre hanno promesso di sbloccare la situazione senza mai muovere un solo dito.

È con grande rabbia e delusione che dobbiamo tornare su una vergogna tipicamente romana: il parcheggio Arnaldo da Brescia.

Un’area recintata da decine di anni e lì rimasta a far da spartiacque nel traffico cittadino che continua imperterrito e sempre più abbandonato a se stesso.

Cambiano le giunte, arrivano i commissari, passano i giubilei si accalcano le manifestazioni ma “l’oasi verde” di Arnaldo da Brescia non da segno di vita.

Oddio segni di vita vissuta ce ne sono eccome e sono i piccoli accampamenti, ormai stabili, dei senza tetto.

Proprio in questi giorni è partito l’ennesimo “definitivo” ultimatum dell’assessore alla mobilità Eugenio Patanè che promette la decadenza della concessione entro brevissimo tempo. E questa volta il tempo è davvero minimo. 10 giorni. Un soffio per i quintali di scartoffie!

Un primo ultimatum di Patanè risaliva alla fine di novembre dello scorso anno ed era di un mese e mezzo, tanto da arrivare ad oggi che dovrebbe essere la data definitiva. Aggiunge l’assessore, come rafforzativo della sua scelta, “Lo dobbiamo alla città e al centro storico soprattutto”.

Già quel centro storico dimenticato, beffato e sconciato come mai nessun altra città al mondo ha saputo fare. E se non si trova modo di portare il traffico e quindi gli utenti finali nel tridente e tridentino il commercio non può che morire.

Il parcheggio interrato del lungotevere era partito con una previsione di 500 posti auto che, in effetti si sarebbero dimostrati salvifici per tutta la zona con grande sollievo per tutto l’apparato di vendita e ristorazione.

Ormai nemmeno i vu’ cumprà si filano più il centro perchè il vuoto e l’isolamento fanno più danni della polizia municipale.

Un disastro che pare non colpire niente e nessuno.

Per vedere la realizzazione del parcheggio di Arnaldo da Brescia abbiamo con fiducia, in alcuni casi, e menefreghismo in altri,  aspettato anni aspettiamo, ora, di vedere quanto saranno lunghi e quanto “peseranno” questi ultimi 10 giorni.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna