Roma-Betis oltraggio alla Città

Alla fine la partita Roma-Betis Siviglia ha portato in Città 5000 tifosi alterati dall'alcol e dalla consapevolezza che qui si può agire impuniti. Sempre la stessa scena che si ripete da anni. Gli ultras non devono entrare in centro in modo tassativo

In campo Roma-Betis Siviglia, a piazza del Popolo lo scempio prodotto dai circa 5000 ultras spagnoli che lì si erano dati appuntamento.

Per tutta la giornata gruppi di maglie bianco verdi l’hanno fatta da padroni nel centro di Roma e non solo.

Fra inni e alcolici le nostre strade sono state ostaggio, come spesso accade, dei “tifosi” che confondono la trasferta con la trasgressione e con l’oltraggio alla Città che li ospita.

Per fortuna pochi gli interventi per imporre l’ordine pubblico ma grande la devastazione generale.

Turisti e cittadini che hanno dovuto attraversare la piazza dopo il passaggio degli spagnoli hanno visto quello che mai vorremmo vedere: cumuli di cartacce, bottiglie, bicchieri di plastica e tanto odore di urina da togliere il fiato.

Persino sulla porta della Chiesa degli Artisti sono stati attaccati manifesti e il parroco ha dovuto cancellare la solita messa delle 19. La chiesa piegata al tifo sconsiderato!

I camioncini Ama hanno fatto diversi passaggi ma assolutamente insufficienti ad arginare lo schifo.

Varie considerazioni andrebbero fatte 1) perchè si permette alle tifoserie scalmanate di prendere possesso del centro storico?, 2) immaginando lo scempio perchè non sono stati aumentati di numero e capienza i portarifiuti?, 3) perchè non si prevede una task force occasionale capace di impedire i bivacchi e l’accumularsi dei rifiuti?

Ovvio che i cestini/urne funerarie, che da tempo si davano per sostituiti (assessore Alfonsi dove sei), se sono insufficienti per le giornate comuni figuriamoci che solletico hanno fatto alle migliaia di spagnoli raccolti a bere e mangiare.

E’ evidente che gli alti papaveri non riescono mai a prevedere per provvedere in tempo e che tutto finisce nell’immondezzaio in cui si sta trasformando la Capitale.

A fine serata ai romani resta una piazza del Popolo oltraggiata e schifata e nemmeno poter godere di una vittoria calcistica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna