torna su
18/12/2018
18/12/2018

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Molly’s Game, foto e recensione del film con Jessica Chastain

di Chiara Laganà | 23/04/2018 ore 23:08

Molly’s Game è un film di Aaron Sorkin, non c’è nessun dubbio a riguardo. Il premio Oscar ha raccontato la vera storia di Molly Bloom, un personaggio con il nome ispirato a un personaggio din Ulisse di James Joyce e che sembra uscito da un libro. 

Molly’s Game è al cinema dal 15 aprile, il film è scritto e diretto da Aaron Sorkin e può contare su un’eccezionale Jessica Chastain. Sorkin scrive la storia (basata su eventi reali) di Molly Bloom, ex campionessa americana di freestyle (la disciplina dello sci delle gobbe), Molly si reinventa a Los Angeles dove prima lavora come cameriera e poi come assistente di Dean Keith.

Fra le sue mansioni rientra anche organizzare una bisca clandestina di poker con giocatori ricchi e famosi di Los Angeles: è così che Molly si documenta, legge, studia e diventa la principessa del poker clandestino.

Da Los Angeles a New York, Molly è la migliore sul mercato, ma cosa nasconde Molly? In Molly’s Game ci sono almeno un paio di film: un drammatico dedicato alla storia vera di una donna pazzesca; la storia di una figlia e di un padre, la storia di chi cade e sa rialzarsi, una donna di estrema morale che non vuole svelare gli . 

“Ho visto un’opportunità nel creare un personaggio che si faceva le mie stesse domande, a esempio, perché è stata arrestata nel bel mezzo della notte da agenti dell’FBI con le armi automatiche spianate come se fosse una persona pericolosa?”, ha spiegato Sorkin.

Molly’s Game è pieno dei suoi sorkinismi, per chi è avvezzo alle serie TV e agli altri film scritti da Aaron Sorkin: dialoghi serratissimi e monologhi lunghi. Sorkin è stato candidato agli Oscar per la migliore sceneggiatura adattata. Ed è Molly a essere un fiume in piena: 

“Avrebbe potuto essere ricca e famosa dicendo semplicemente la verità, ma non lo ha fatto. È una cosa che ammiro, e il film fa lo stesso. L’ho sentita come una storia emozionale, ed è il tipo di storia che a me piace raccontare, con un sottofondo idealista di cosa è giusto e cosa sbagliato”.

Nei panni e nei vestiti meravigliosi di Molly Bloom c’è una straordinaria Jessica Chastain, voluta sin dall’inizio da Aaron Sorkin, considerato dall’attrice come il “più grande autore dell’industria cinematografica americana”:

“Ho adorato l’umorismo di Molly, la sua intelligenza, e la sua storia di perdente che poi diventa una donna di grande successo in un giro fatto solo di uomini. E ho amato la vera Molly Bloom”, afferma Jessica Chastain. 

I costumi sono una sorta di armatura cucita addosso alla splendida protagonista, perfetti e sono anche loro protagonisti del film. Quando alla prima bisca, Molly indossa il vestito più caro che possiede viene presa di mira dal perfido Dean e da allora non indossa più lo stesso vestito due volte. 

Molly’s Game è un bellissimo film con protagonista una donna fantastica che è tutte noi. 

print

A proposito dell'autore

611 articoli

Chiara Laganà

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014