Municipio II: residenti esasperati dal rumore del tram 2. “Il Comune intervenga” – VIDEO e FOTOGALLERY

Il passaggio dei mezzi - spiegano i cittadini che hanno organizzato una raccolta firme - provoca uno stridio, acuto e prolungato, che viene emesso soprattutto quando il tram effettua una curva. Le zone più critiche sono quelle intorno a piazza Mancini, in particolare via Poletti e via Masaccio

Il passaggio del tram 2 in via Poletti, a Roma.

Un rumore insopportabile: è quello che produce il tram 2, soprattutto in curva, secondo i residenti del quartiere Flaminio che chiedono un intervento urgente del Campidoglio e di Atac.

 

Il passaggio dei mezzi – spiegano i cittadini che hanno organizzato una raccolta firme – provoca uno stridio, acuto e prolungato, che viene emesso soprattutto quando il tram effettua una curve. Le zone più critiche sono quelle intorno a piazza Mancini, in particolare via Poletti e via Masaccio. Dato che il servizio viene garantito dalle cinque del mattino e fino all’una di notte nei fine settimana, il cigolio prodotto dalle rotaie, con decine di passaggi al giorno, costituisce un disagio sia per chi abita, sia per chi lavora nella zona. “È un rumore molto fastidioso”, racconta Mariline Soares, banchista del bar Mannocchi, di fronte alla fermata di piazza Mancini, sottolineando la difficoltà anche per i clienti di prendere un caffè in tranquillità.

“I clienti, se stanno fuori, devono sentire questo rumore tutto il tempo, ma in realtà anche stando dentro la situazione non migliora”, aggiunge Mariline. Anche Mihaela Caldare, che lavora in zona, non ne può più: “A me dà fastidio perché si sente di continuo, dalla mattina, quando inizio a lavorare, al pomeriggio quando stacco, e spesso torno a casa con il mal di testa”.

 

Il problema, tuttavia, non è recente. È dal 2010, infatti, che gli abitanti del quartiere, esasperati dall’inquinamento acustico, avevano già provato a coinvolgere le autorità. “Siamo andati all’Arpa, all’ufficio del sindaco, ci siamo rivolti a qualsiasi ente, ma non ci ha dato retta nessuno. Si tratta di una condizione vergognosa”, spiega il dottor Mastroianni, medico legale di uno studio di piazza Mancini. E nonostante i lavori di manutenzione fatti questo inverno, la situazione non è migliorata. “Anzi, è peggiorata”, sottolinea Mariline. “Appena finiti i lavori avevano messo un lubrificante, e per qualche giorno non si sentiva più niente, poi è ricominciato”, ricorda Mihaela.

Di fronte alla mancanza di risposte da parte delle istituzioni, i cittadini hanno deciso di avviare una petizione. “L’iniziativa è nata in maniera del tutto spontanea su una pagina Facebook”, afferma Giovanni Incardona, tra i promotori della raccolta firme. Dopo una settimana, circa duecento persone sono andate nei due punti di raccolta firme. Il primo è all’edicola di viale Pinturicchio. L’altro è al bar Duetto, in largo Girolamo Rainaldi. “C’è grande seguito per l’iniziativa, i residenti non ce la fanno più”, commenta Erika Sembroni, che lavora al bar Duetto. “Siamo consapevoli del fatto che il tram 2 costituisca un asset fondamentale per la viabilità del quartiere, per questo non chiediamo la sospensione del servizio, ma soltanto che vengano fatti gli interventi di manutenzione necessari per ridurre questi rumori, assolutamente intollerabili, e tutelare le orecchie degli abitanti”, conclude Incardona.

L’amministrazione capitolina, venuta a conoscenza della raccolta firme in atto, promette di effettuare controlli sulle rotaie. “Verificheremo se i rumori dipendono da mancanze sul materiale rotabile ed eventualmente valuteremo strategie compensatorie. Laddove si possano intraprendere provvedimenti per attutire lo stridio, ovviamente li prenderemo”, replica il presidente della commissione capitolina Trasporti, Giovanni Zannola.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna