Pesci morti, altra nuova moria a Fiumicino è allarme

Nella Darsena recuperati due quintali di carcasse trasportate dal Tevere. Tante le ipotesi. Iniziati gli esami. Lunedì risultati dei prelievi.

 

La Capitaneria di Porto, l’Autorità portuale, il Gruppo sommozzatori hanno concluso ieri l’operazione di raccolta delle tantissime carcasse di pesci, quasi due quintali, trasportate in questi giorni dal Tevere e che hanno invaso il canale navigabile di Fiumicino.

Il fenomeno non è nuovo , di solito è conseguenza di temporali estivi che riversano nei fiumi sostanze nocive sversati nei fiumi e finiti in falda.  Questa volta però, e soprattutto venerdì scorso, è cresciuta la preoccupazione per l’eccezionale aumento della quantita di pesci morti che ha fatto scattare l’allerta (anche e soprattutto sanitaria)  del Comune di Fiumicino che ha organizzato numerosi interventi.

I risultati dei prelievi effettuati da Arpa e dalla Asl dovrebbero arrivare solo lunedi. Come ha dichiarato l’ Assessore all’ambiente, Roberto Cini, ripreso da ‘’Il Tempo‘’ .

Nel frattempo la Capitaneria sta anche monitorando la situazione delle spiagge del litorale e ‘’al momento – ha precisato Cini – non si ha notizia di rilevanti spiaggiamenti sulla costa. Anche i canali di bonifica e le idrovore non risultano coinvolte’’.

Tuttavia sui social hanno preso a rincorrersi post sulle cattive condizioni che interessano spesso la Darsena portuale. Questa volta l’invasione dei pesci morti, ma  anche di tronchi, detriti e rifiuti di ogni genere sollecitano, con urgenza, la necessità di pulizie più frequenti nella Darsena e maggiori controlli anche a monte del Tevere e ai suoi affluenti

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna