La sorpresa di Ama, debiti commerciali ridotti (di poco)

Dal 2016 al 2019 lo stock di debiti verso fornitori della municipalizzata è lievemente calato. E anche l'esposizione verso l'azionista si è ridotta. Ma una rondine non fa primavera...

A non pochi cittadini romani potrà sembrare assurdo. Ma stando ai documenti, quelli ufficiali, Ama ha nel tempo ridotto, seppur lievemente, i propri debiti, soprattutto quelli verso i fornitori che prestano servizi e beni alla municipalizzata dei rifiuti, a mezzo gara. Una tabellina, racconta la verità. Nel 2016 il debito di via Calderon de la Barca vero 244 milioni di euro, per poi scendere a 232 milioni l’anno dopo. Nel 2018 poi il debito di Ama verso i fornitori è ulteriormente sceso a 220 milioni per poi risalire nel 2019 a 225 milioni. Questo dicono le carte finora disponibili.

In lieve calo, poi, come emerge dal bilancio del 2019, il debito di Ama verso la sua controllante, ovvero l’azionista Roma capitale (100%), passato da 621 a 593 milioni. Attenzione però, perché non bisogna fare di tutt’erba un fascio. Ama avrà si ridotto i debiti commerciali, ma la sua situazione, come raccontato da Radiocolonna.it, rimane precaria.  Secondo la Relazione sul governo societario, che accompagna i bilanci 2017, 2018 e 2019 e che è stata approvata dall’assemblea dei soci lo scorso 28 aprile, l’elenco dei potenziali rischi aziendali è decisamente lungo e lascia trapelare non solo la mala gestio del passato, ma anche la disattenzione del Campidoglio nel controllare una partecipata che ha un valore della produzione da quasi 800 milioni. Con 251 milioni di perdite registrate fra il 2017 e il 2019, dopo 549 milioni di rosso nel biennio 2015-2016.

Per non parlare delle continuità nell’erogazione dei servizi di raccolta dell’immondizia per indisponibilità degli impianti per il conferimento dei rifiuti fino a possibili insufficienze del sistema crematorio, privazione del diritto dello ius sepulcri per inutilizzabilità del patrimonio cimiteriale a causa di insufficiente disponibilità di risorse economiche da destinare alle manutenzioni ordinarie e straordinarie.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna