Ama, il bilancio finisce nel limbo Comune-azienda

I conti della municipalizzata potrebbero sballare quelli del Campidoglio. Che non riconosce nemmeno i crediti. E così potrebbe tutto essere rispedito al mittente

Che cosa sta succedendo ai bilanci di Atac e Ama? Approvati dai rispettivi board lo scorso aprile ma finora mai pubblicati (qui un’anticipazione di Radiocolonna.it). Tutto sembra essere finito in una specie di limbo, tra le stesse partecipate e l’azionista di riferimento Campidoglio. Il fatto è che Palazzo Senatorio potrebbe rimandare al mittente i conti approvati dalle partecipate, perché profondamente disallineati con quelli del Campidoglio.

Si tratta del bilancio consolidato del Campidoglio, ovvero il documento che mette insieme i conti del Comune e delle aziende di sua proprietà, escluse Centrale del latte, Farmacap e Roma Metropolitane, tutte in dismissione – che l’assessore al Bilancio ha l’obbligo non tassativo di far quadrare entro il 30 settembre. Il passaggio, come ha riportato il Corriere della Sera, è delicato sotto tutti i punti di vista: un anno fa il documento fu bocciato dall’ Oref – i revisori capitolini – che non lo ha ritenuto veritiero a causa dei conti disallineati tra Comune e partecipate. E la bocciatura, manco a dirlo, ha scatenato una caterva di polemiche politiche, un caos vero. Insomma, nei bilanci del Comune i conti di Ama e Atac rischiani di fare qualche danno.

Motivo per cui, a due settimane dalla nuova scadenza, si acuiscono le difficoltà di dialogo tra Lemmetti e le due aziende capitoline, entrambe ancora senza l’ok sul bilancio 2017 da parte del proprietario, il Comune appunto, e con davanti la concreta possibilità di dover riprendere in mano i conti, apportare delle modifiche su indicazione del socio di maggioranza e, quindi, riunire i cda per una nuova approvazione. Uno scorno che i vertici di Ama e Atac sperano di evitare.

Un esempio su tutti, il bilancio 2017  di Ama con crediti iscritti verso il Campidoglio per 19 milioni. Ma l’azionista non li vuole riconoscere, il che porterebbe Ama in passivo (il bilancio è in utile per mezzo milione). Anche per questo i conti non tornano.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna