ITA, prima grana. Ricorso sulla rotta sarda

I legali di Ita Airways hanno depositato al Tar della Sardegna ricorsi contro l'esclusione del nuovo vettore dal bando con procedura d'urgenza per l'assegnazione delle rotte tra i tre scali dell'Isola

La protesta dei lavoratori Alitalia

Dopo l’annuncio della settimana scorsa i legali di Ita Airways hanno depositato al Tar della Sardegna ricorsi contro l’esclusione del nuovo vettore – nato dalle ceneri di Alitalia e operativo dal 15 ottobre – dal bando con procedura d’urgenza per l’assegnazione delle rotte tra i tre scali dell’Isola (Alghero, Cagliari e Olbia) e gli hub nazionali di Roma Fiumicino e Milano Linate. Si tratta di un singolo ricorso per ogni tratta e che ora pendono come una spada di Damocle sui collegamenti agevolati per i residenti sardi affidati ora a Volotea con una successiva procedura negoziata. La stessa compagnia low cost spagnola era stata esclusa dalla prima gara per carenza di documenti, poi la commissione aveva estromesso anche Ita per mancaza di alcuni requisiti.

Per questa esclusione Volotea aveva già presentato ricorso al Tar della Sardegna: oggi è fissata l’udienza in camera di consiglio dopo la bocciatura dell’istanza di sospensiva con la firma di un decreto da parte del presidente del tribunale.

Tra qualche giorno, i giudici amministrivi saranno chiamati ad esprimersi anche sul nuovo ricorso di Ita Airways e sulla nuova richiesta cautelare di sospensione degli atti di esclusione dal bando e di tutti quelli successivi, compresa l’assegnazione delle rotte in continuiità territoriale a Volotea. Nel frattempo, la low cost ha aperto le selezioni per piloti e cabin crew che troveranno impiego presso le sue tre basi sarde. In totale saranno 200 i lavoratori impiegati da Volotea in Sardegna nei prossimi mesi invernali.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna