Addio Roma-Lido, arriva Metromare: il progetto di Zingaretti per rilanciare la “linea ferroviaria peggiore d’Italia”

Serviranno due anni di lavori e 350 milioni di investimenti. "La svolta", promette la Regione Lazio, si avrà nel 2024 con un treno ogni sei minuti e l'arrivo di 5 treni nuovi, che permetteranno anche di mettere in servizio 6 nuovi treni sulla linea Roma - Civita Castellana - Viterbo

“Da gennaio del 2022 la Regione Lazio prenderà in gestione la ferrovia Roma-Lido e la ferrovia Roma-Viterbo. Sulla Roma-Lido che è una delle peggiori linee d’Italia; va cambiato tutto: nascerà Metromare”. Lo ha detto il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, presentando le novità sulla ‘Metromare’, ex Roma-Lido, a margine della conferenza a cui hanno partecipato l’assessore regionale alla Mobilità, Mauro Alessandri, la presidente di Cotral, Amalia Colaceci, l’amministratore delegato di Rfi, Vera Fiorani, e l’amministratore Unico di Astral, Antonio Mallamo.

STANZIATI 350 MILIONI DI EURO

“Da Caronte a Metromare. Due anni e 350 milioni di euro di investimenti per trasformare la linea ferroviaria peggiore d’Italia nel treno veloce che unisce Roma e Ostia”, è stato spiegato durante la conferenza stampa di presentazione del progetto. La sfida della Regione Lazio è “rivoluzionare la Roma-Lido – tristemente nota come la linea Caronte, secondo le classifiche di Legambiente – e di offrire ai romani e a tutti gli utenti un servizio finalmente all’altezza delle diverse esigenze”.

Come annunciato dallo stesso Zingaretti, si partirà ufficialmente a gennaio 2022, quando la gestione delle ferrovie ex concesse (Roma – Lido e Roma – Civita Castellana – Viterbo) tornerà alla Regione Lazio attraverso le società Cotral (che gestirà i treni) e Astral (che gestirà l’infrastruttura).

AMMODERNAMENTO E ACQUISTO NUOVI TRENI

Il cronoprogramma si basa su due “snodi” chiave: ammodernamento dell’infrastruttura e revisione e acquisto di nuovi treni. Due mosse “per garantire ai pendolari, studenti, lavoratori, e ai cittadini tutti, una spola continua tra la città e il Municipio X”. Dalla Regione spiegano che “per arrivare a offrire una frequenza efficiente, ovvero un treno ogni sei minuti nel 2024, la Roma-Lido avrà bisogno di due anni di lavori. I cantieri partiranno immediatamente (gennaio 2022) e saranno concepiti in modo da ridurre al minimo i disagi per l’utenza, “già provata da anni di un servizio nettamente al di sotto degli standard di efficienza e civiltà”. Per questo Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) si occuperà di potenziare e ammodernare l’intera linea, con interventi programmati dalle 21 alle 6 del mattino, mentre Astral effettuerà lavori di restyling in tutte le stazioni: accessibilità, scale mobili, servizi igienici e opere murarie. Intanto, sulla linea, grazie ai fondi già stanziati, da luglio 2022 saranno in servizio 7 treni completamente revisionati che permetteranno di garantire una frequenza di 15 minuti, per arrivare a un treno ogni 10 minuti nel 2023 con 10 treni in servizio.

UN TRENO OGNI SEI MINUTI

“La svolta”, ovvero un treno ogni sei minuti, si avrà quindi nel 2024 con l’arrivo di 5 treni nuovi acquistati grazie a 100 milioni di euro di finanziamenti che consentiranno anche di mettere in servizio 6 nuovi treni sula linea Roma – Civita Castellana – Viterbo.

 

 

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna