“Manca trasparenza”, architetti contro “Laboratorio Roma 50”

Dopo ok a delibera serve incontro pubblico con Gualtieri e Boeri

“Noi non ci stiamo, daremo voce ai nostri 20mila iscritti. Nonostante avessimo allertato il sindaco Gualtieri e la sua giunta sui rischi di un piano che non prevedesse bandi o manifestazioni di interesse, sono andati avanti approvando la delibera”. Cosi’ il presidente dell’Ordine degli architetti di Roma e provincia, Alessandro Panci, a proposito dell’ultima decisione dell’amministrazione che ha approvato la costituzione del “Laboratorio Roma 50 – il Futuro della metropoli nel mondo”, in seguito alla proposta dell’architetto Stefano Boeri. “Questa delibera – spiega Panci – rompe qualsiasi argine, recuperando prassi anacronistiche e all’insegna della mancata trasparenza e a favore dei soliti noti”.

“Solo due giorni fa l’Oar”, si legge in una nota, “aveva inviato una lettera al Campidoglio in cui esprimeva il proprio disappunto per la scelta strategica individuata in tema di rigenerazione urbana: un’azione scaturita anche a seguito delle numerose segnalazioni pervenute da parte degli iscritti. Qui l’Ordine stigmatizzava la scelta di ricorrere a risorse esterne al territorio, la rinuncia ad avviare un confronto dialettico sul futuro della citta’, invitando l’amministrazione a individuare procedure trasparenti e competitive per affidare gli incarichi di sviluppo di idee e progetti per la citta’, evitando incarichi diretti e progetti calati dall’alto”.

“Come Ordine non ci fermeremo – sottolinea Panci – e agiremo nelle sedi opportune: invitiamo sin da subito i nostri 20mila iscritti a manifestare il proprio dissenso a una decisione tanto anacronistica”.

L’Ordine invita, alla Casa dell’architettura, l’architetto Boeri e l’amministrazione a partecipare a un talk aperto ai professionisti e alla cittadinanza, dove “poter conoscere i contributi delle diverse realta’ e istituzioni da tempo impegnate a dare il proprio supporto all’amministrazione per un modello di sviluppo della Roma futura”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna