Tram, Piccolo (Pd): 5 anni per studi fattibilità, nessun progetto nè cantieri

"Siamo ancora a carissimo amico!"

“Virginia Raggi con l’avvicinarsi della scadenza elettorale e’ sempre piu’ spregiudicata negli annunci a buon mercato e su cio’ che ha fatto in questi cinque anni e mezzo. Oggi su Fb racconta di 7 nuove linee tranviarie e di gare per la loro realizzazione come fosse una cosa imminente. Nulla di piu’ falso”. Cosi’ in una nota la consigliera del Pd capitolino Ilaria Piccolo.

“Sulle ipotetiche linee delle tranvie Mancini-Vigna Clara, Tor Vergata-Banca d’Italia, Trastevere-San Paolo-Subaugusta, Risorgimento-Clodio, Risorgimento-Parco della Musica e Tiburtina-Ponte Mammolo – aggiunge – l’uniche gare bandite riguardano semplici studi di fattibilita’. Ovvero il Campidoglio chiede a chi si aggiudichera’ le gare di verificare la possibilita’ di poter realizzare le suddette infrastrutture e con quali indicazioni. Siamo ancora a carissimo amico. Ci sono voluti 5 lunghi anni, con l’aggiunta di ulteriori mesi supplementari, per avviare dei semplici studi di fattibilita’”.

“Ad una settimana dallo scioglimento dell’Assemblea capitolina – prosegue – la sindaca spaccia per progetti delle relazioni sulla reale possibilita’ di attuazione di queste linee di collegamento su rotaie. Su questo, oggi Raggi dichiara solennemente: ‘realizzeremo 7 linee tram e lo faremo grazie a progetti fatti bene’. Sembra un revival delle #stradenuove, anzi come racconta Raggi ‘fattebene’, con tanto di rattoppi che si sgretolano moltiplicando buche e crateri. Infine, cercando di rafforzare l’impresa titanica svolta dalla sua giunta la Raggi specifica il numero delle proposte giunte per la realizzazione degli studi, 12 per l’esattezza. L’ultima nuvoletta di fumo prima di ferragosto e’ stata servita. Restano i rifiuti in strada, il degrado, la citta’ non curata. le crisi procurate alle aziende capitoline, le buche. i trasporti che non funzionano. il verde pubblico abbandonato e le giungle urbane su strade e marciapiedi. Per vendere fumo sono necessari gli acquirenti e i romani non sembrano essere piu’ attratti dai saldi di Virginia Raggi”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna