Turismo: a Roma stop a tassa soggiorno per disabili gravi

rimborsi spese bancarie per hotel

Stop alla tassa di soggiorno per i disabili gravi che vengono a trascorrere un periodo di vacanza nella Capitale o raggiungono Roma per le cure mediche e alloggiano in un albergo: sarà possibile accedere all’esenzione presentando la documentazione che attesta l’invalidità. È quanto prevede la modifica del regolamento sulla tassa di soggiorno che arriva in Assemblea capitolina, a partire da domani. Il provvedimento contempla anche il rimborso per i titolari del settore alberghiero sulle spese bancarie sostenute dagli stessi quando versano al Campidoglio l’importo delle tasse di soggiorno raccolte. Il provvedimento prevede che sia riconosciuto ai gestori delle strutture ricettive un contributo forfettario a copertura delle commissioni pagate alle società interbancarie per l’incasso della tassa di soggiorno: il forfettario sarà riconosciuto in misura complessivamente non superiore all’1,5 per cento dell’importo riscosso e versato a Roma Capitale. L’obiettivo, di un successivo atto dirigenziale, è anche di favorire un contrasto più efficiente all’evasione. “È un provvedimento che recupera e sottolinea la vocazione inclusiva e di accoglienza che Roma ha sempre avuto, ma che dalla passata amministrazione è stato colpevolmente trascurato. Esentare dal pagamento del contributo di soggiorno chi è affetto da gravi disabilità è un tema di sensibilità sociale. Un incentivo alle famiglie e agli accompagnatori a visitare insieme ai loro cari in difficoltà la nostra città”, spiega l’assessore al Turismo di Roma, Alessandro Onorato, interpellato da “Agenzia Nova”.

“Per quanto riguarda, invece, il contributo forfettario per gli incassi via pos, si tratta di una questione di equità – aggiunge -. Perché le strutture alberghiere, in questo caso, sono meri esattori che devono inoltrare l’intero ammontare all’amministrazione. Non trovo corretto che fino ad oggi abbiamo dovuto sostenere loro la commissione bancaria di incasso. Questa delibera – sottolinea l’assessore – si inserisce nell’ambito delle iniziative che insieme al sindaco Gualtieri abbiamo messo in campo per rilanciare e sostenere il settore turistico, che è un asset strategico dell’economia cittadina. Tornando a ospitare i grandi eventi dello sport, della moda e della cultura e i grandi concerti live abbiamo riconsegnato a Roma il ruolo che le spetta a livello internazionale. Generando ricadute positive sull’economia e sull’occupazione”. (Rer) © Agen

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna