Ama, parte il riassetto della governance

Circa 140 curricula pervenuti in commissione Ambiente per tre posti in cda. Giglio verso l'uscita visto che non ha presentato la sua candidatura

Entra nel vivo il riassetto per la governance in Ama, come previsto dalla riforma delle partecipate presentata dall’assessore Massimo Colomban lo scorso mese. A breve, come per Atac, torneranno i consigli di amministrazione a tre membri, mettendo fine al tandem amministratore unico-direttore generale.

Per quanto riguarda la municipalizzata dei rifiuti, i cui tecnici come anticipato ieri da Radiocolonna.it, stanno lavorando alla stesura del piano industriale,  dopo due anni e mezzo di amministratore unico, arriverà il board a tre. Questa mattina nella seduta della commissione ambiente sono stati presentati i 140 curricula pervenuti da parte di coloro che si sono candidati a ricoprire i tre ruoli all’interno del nuovo cda.

“La Commissione prende visione dei curricula relativi alle candidature, effettua il formale passaggio in commissione e rimette tutto alla sindaca per i successivi atti di sua competenza”, ha fatto sapere il presidente della Commissione Daniele Diaco del M5S. “Tutto”, ha aggiunto, “verrà fatto nella più completa trasparenza”.

Quello che appare sicuro è l’addio all’Ama di Antonella Giglio, attuale numero uno dell’azienda, in sella peraltro da pochi mesi. Giglio infatti non ha presentato la sua candidatura per il cda della municipalizzata, mentre sembra destinato alla conferma invece il direttore generale Stefano Bina, la cui nomina non rientra nella procedura di selezione via curriculum. Il nuovo board dovrà mettere tra le priorità l’attuazione di quel piano industriale propedeutico a potenziare la capacità di smaltimento a Roma, per chiudere l’intero ciclo il prima possibile.

Intanto il sindaco Virginia Raggi è tornata a parla della possibile nuova emergenza spazzatura a Roma. “I rifiuti in strada sono vergognosi. I cittadini hanno ragione. Per questo ci stiamo impegnando senza sosta. Gli impianti Ama sono già al lavoro 24 ore su 24 per una pulizia straordinaria. Abbiamo messo in campo una task force per evitare cassonetti stracolmi e ringrazio i dipendenti dell’Ama che stanno lavorando in questi giorni”.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna