14 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Case, discariche e fabbriche sul Tevere. Nessun pericolo a Tor di Valle?

Presenti anche centri della Protezione Civile. Ma le esondazioni fanno notizia solo sul tema-stadio.

Ci sono depositi di ambulanze della Protezione Civile, allevamenti, abitazioni, fabbriche, discariche e sfasciacarrozze. Tutti a ridosso dell’argine del Tevere.

Benvenuti a Tor di Valle, lo spicchio di Roma Sud compreso tra il Tevere e via Cristoforo Colombo salito alla ribalta mediatica per le vicende legate allo Stadio della Roma e alle questioni accessorie: cubature, lavori pubblici, potenziamento dei trasporti verso il nuovo stadio.

Un riflettore che è stato girato dagli attori coinvolti sulla scena a seconda dei propri interessi, in un dibattito che è passato dalla tutela dei beni culturali alla geologia, passando per temi ambientali e polemiche politiche.

Oggi Tor di Valle è un piccolo fortino del degrado dove s’è iniziato a parlare di “pericolo esondazioni” solo dal momento in cui è iniziato il dibattito-stadio.

 

Ma l’area che costeggia il lato sinistro della Via del Mare, direzione Roma, è un microcosmo di abusi edilizi e irregolarità urbanistiche ben prima che iniziasse la querelle Raggi-Pallotta. Un popolamento, lento ma costante, che ha portato sull’argine del Tevere edifici, persone e animali dove la vicinanza con il fiume non fa dormire sonni tranquilli.

In queste immagini esclusive, Radiocolonna documenta la vicinanza pericolosa di caseggiati sul fiume, un pericolo che non riguarderebbe un progetto-stadio fatto con tutti i crismi, bensì tutto il sottobosco d’illegalità che – negli anni – ha colonizzato le rive del Tevere all’altezza dell’ex Ippodromo. Una ricostruzione che non riprende le polemiche politiche di un Beppe Grillo che parla di “rischio idrogeologico” o dell’Autorità del Bacino del Tevere che sostiene invece l’assenza di qualunque pericolo. Una narrazione che parla con le immagini e che è stata realizzata percorrendo la ciclabile che parte da Via del Cappellaccio e arriva all’ex ippodromo.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014