torna su
13/10/2019
13/10/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

La TV delle Ragazze compie 30 anni e torna su Rai 3 con i suoi “Stati Generali”

Lo storico format spegne 30 candeline e torna con nuovi volti e con le Ragazze Storiche, conduce Serena Dandini. Dall’8 novembre alle 21:15 per quattro puntate

Avatar
di Chiara Laganà | 2018-11-5 5/11/2018 ore 17:15

Serena Dandini sul suo divano rosso ritorna con La TV delle Ragazze Gli stati Generali 1988 2018 © RadioColonna

La TV delle ragazze torna su Rai 3 con la “postilla” Gli Stati Generali 1988-2018 allieterà il pubblico della terza rete. Trent’anni fa un programma di satira riscrisse la storia della TV, un gruppo di autrici, attrici tutte donne trasformò un format unico in un programma di culto. 

La TV delle ragazze ritorna su Rai 3 dall’8 novembre per quattro appuntamenti con la postilla “Gli Stati Generali”, ma alla guida c’è sempre lei: Serena Dandini, la presentatrice torna su Rai 3 dopo sei anni d’assenza e continuerà a sedere sul suo mitico divano rosso. Ne La TV delle Ragazze – Gli Stati Generali 1988-2018 rivedremo moltissime delle attrici lanciate dal programma di Rai 3: Cinzia Leone, Francesca Reggiani, Lella Costa, Carla Signoris, Tosca D’Aquino e Sabina Guzzanti che porterà nel contenitore di Rai 3 la satira politica. 

Il ritorno delle ragazze terribili della TV è stato fortemente voluto dal direttore di Rai 3 Stefano Coletta e segna anche il gradito ritorno di un certo tipo di satira del canale:

“Da tempo ci interrogavamo a Rai 3 sulla sparizione della satira, chiunque ha ricoperto il mio ruolo se l’è chiesto. Quella de La TV delle ragazze è una forma di comicità incarnata perfettamente da Serena Dandini, solo attraverso a lei potevano tentare un’operazione del genere”.

Riportare su Rai 3 uno dei fiori all’occhiello della rete, un programma unico realizzato 30 anni fa profondamente legato a Serena Dandini:

“Ho parlato con lei e ho capito che doveva tornare a Rai 3, parlando con lei ho scoperto una grande passione ed energia, un metodo artigianale di fare TV. Ho poi scoperto che cadeva il trentennale de La Tv delle Ragazze e ho deciso che si doveva rifare: non è un remake, non è un festeggiamento dei 30 anni, è un caleidoscopio di registri che Serena Dandini sa amalgamare”. 

A guidare questo gruppo di attrici e autrici c’è Serena Dandini che torna a sedere dopo sei anni dall’abbandono di Rai 3:

“Quando mi hanno chiamato per dirmi che La TV delle Ragazze faceva 30 anni ho riattaccato. È stato bello rivedere il triumvirago (le tre autrici Valentina Amurri e Linda Brunetta e la stessa Dandini, ndr), 30 anni fa ci fu il guizzo di Andrea Guglielmo, eravamo inesperte, gli avevamo raccontato il programma, lui non ci capì nulla e ci disse: Vedo che c’è passione, fatelo! Ho ritrovato in Coletta lo spirito di buttare il cuore oltre l’ostacolo, ma non voglio parlare di format, cosa è lo capisco doopo anni”. 

Valentina Amurri curò dopo le due edizioni de La TV delle Ragazze, Avanzi e Tunnel, due altri capisaldi della comicità in TV:

“Ci siamo ritrovate ed è come se non fosse passato neanche un giorno, abbiamo la stessa visione del momndo e di come fare TV”. 

“Abbiamo una ritrovata passione per la sperimentazione – le fa eco Linda Brunetta – e dopo 30 anni lo facciamo ancora più coraggiosamente, oggi è ancora più difficile, speriamo che incontri i favori del pubblico”. 

Stesse autrici e il gradito ritorno dei volti del programma di culto e una serie di volti nuovi scelti accuratamente dalle autrici. I volti nuovi sono quelli di Federica Cacciola in arte Martina Dell’Ombra, Le Sbratz (all’anagrafe Serena Tateo, Laura Grimaldi e Guia Scognamiglio), Cristina Chinaglia e Michela Giraud. Ritroviamo le “ragazze storiche” Angela Finocchiaro (i suoi finti spot sono diventati di culto), Sabina Guzzanti, Carla Signoris, Francesca Reggiani, Cinzia Leone, Maria Amelia Monti, Tosca D’Aquino, Syusy Bladi, Iaia Forte, Orsetta De’ Rossi, Eleonora Danco e Lella Costa. 

L’attrice milanese, in collegamento da Milano, scherza e dice che si sta preparando per il prossimo 30° anniversario ed è felice di tornare nel programma di satira di Rai 3: 

“È una delle cose più belle e divertenti che abbia mai fatto, il fatto che non sia un’operazione nostalgia mi ha spinto ad accettare, sono felice che ci siano nuovi sguardi, pinti di vista e nuove intelligenze. Quest’operazione ha equilibrio e un po’ di magia, riportiamo un pezzetto di storia della TV”. 

Fra le vecchie ragazze c’era anche l’attrice Monica Scattini, scomparsa nel 2015, nel rivederla in un filmato d’archivio la vecchia guardia de La TV delle Ragazze si commuove: 

“Siamo felici di celebrarla, è stata una delle colonne del programma. Quello che faremo non è un’operazione di revival, abbiamo aggiunto al titolo Gli Stati Generali perché ci interessava questo circuito, c’interessava di capire cosa era stato fatto, dove vanno le ragazze 2.0, abbiamo acquisito dei diritti, ma ogni volta si alza qualcuno che vuole andare qualche passo indietro. Ci saranno molti attrici che si sono segnate a parlare a questi Stati Generali”.

Del cast faranno parte anche una serie di attrici, che faranno dei “camei che distruggeranno le loro carriere”: Isabella Ragonese (protagonista di un tutorial su come corteggiare le donne al tempo di #MeToo), Sonia Bergamasco, Anna Foglietta, Cristiana Capotondi, Paola Cortellesi, Carlotta Natoli, Alba Rohrwacher e anche Massimo Ghini.

Serena Dandini torna a Rai 3 dopo l’allontanamento sei anni fa, un episodio che non gradì:

“Non lo gradì perché fu pretestuoso, ma mi ha permesso di fare tante cose: un progetto internazionale di teatro sul femminicidio, ho scritto dei libri, stavo molto bene, poi è arrivato Coletta e mi ha riportato alle mie vecchie passioni, la vita va presa come viene, stavo bene dove stavo”.

Non è dubbio che le ragazze in questi 30 anni sono cambiate, l’autrice Linda Brunetta ha parlato di quest’edizione del programma:

“Ne abbiamo discusso, interpretiamo lo spirito del tempo, dobbiamo fronteggiare chi vorrebbe riportare le donne molto indietro. Oggi poi c’è un’atmosfera più cupa noi ne parliamo ironicamente ed è qualcosa di cui dobbiamo parlare”.

Serena Dandini specifica che ci sono comunque delle “quote azzurre” nel programma:

“Gli uomini sono un po’ sgomenti, dobbiamo aiutarli, ci saranno the Maschilisti, un gruppo di maschi alfa, una tribute band di Elio e le Storie Tese; i The Pills parleranno di un punto di vista maschile alla nostra emancipazione, tutto viene fatto seguendo la mission didattica di Rai 3”.

Valentina Amurri, invece, è tornata sul nuovo format che riparte da quello di 30 anni fa in una nuova veste:

“È una sorta di assemblea permanente, è un programma comico al femminilie, sono gli Stati Generali è una grande assemblea in TV”.

Per Coletta è una delle chiavi del programma satirico, visto che grazie all’assemblea si riescono a far confluire “una serie di linguaggi, sguardi e intelligenze diverse che fanno saltare anche il dato anagrafico”. 

Fra i graditi ritorni c’è anche quello di Sabina Guzzanti, un volto storico della satira di Rai 3 mandata via e censurata per il suo RaiOT nel 2003:

“Tra i vari personaggi farò Marco Travaglio, quando mi ha chiamato Valentina per dirmi che La TV delle Ragazze ritornava le ho detto ‘Che fico!’ e che avrei partecipato alla nuova stagione. La vitalità è stata la prima delle nostre intuizioni e serve alla salute, non è sbagliata aiutiamola”.

Fra i suoi personaggi anche Maria Elena Boschi sul set di Ballando con le Stelle, di cui lo show di Rai 3 condivide lo studio, La TV delle Ragazze torna l’anno del #MeToo, è stato un caso:

“I 30 anni si festeggiavano quest’anno, è stato un caso, ma ci sta tutto. Nel nostro Paese si mette in discussione addirittura il divorzio! Credo che sia perfetto per questo tempo storico ed è nato dalla sinergia fra direttore, momento storico e anniversario”. 

Non ci sono tutti i volti storici dello show, ma “nessuno ha detto di no”, specifica Dandini che ritrova su Rai 3 la satira che ha reso la terza TV della Rai grande in passato:

“È una strada che conosco, so usare la mia grammatica, la sintassi dell’ironia. Con l’ironia arrivi al cuore delle persone e per le donne è importante prendersi in giro”.

La TV delle Ragazze Gli Stati Generali 1988-2018 sembra essere un’edizione più aggiornata, ma più agguerrita del format di 30 anni fa, fra i personaggi ci sarà anche un’influencer Martina Dell’Ombra, interpretata dall’attrice e autrice Federica Cacciolla. Fra le anime del programma anche le interviste nel mitico divano rosso, fra le donne che Serena Dandini incontrerà Amalia Finzi, 81 anni, la prima donna d’Italia a laurearsi in Ingegneria Aerospaziale. E ci sarà anche la satira politica:

“Trent’anni fa non c’era internet, era un altro mondo, non c’erano i social o i tweet, oggi è tutto cambiato. Non c’erano i telefonini e al CPTV di Torino arrivavamo con le valigie e non con i trolley! Non demonizzo internet, ma è bello vedere com’eravamo”. 

A cavallo fra le due realtà le Sbratz, scoperte proprio in rete, un ponte fra passato e presente della comicità, ma come specifica Serena Dandini:

“Si può ridere di quasi tutto, proveremo a far sorridere parlando di molestie, ma non si può sorridere parlando di femminicidio”.

La freschezza, l’ironia, la satira e l’irriverenza stanno tornando in TV: La TV delle Ragazze Gli Stati Generali 1988-2018 vi aspetta su Rai 3 dall’8 novembre alle 21:15 per quattro appuntamenti.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
748 articoli

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014