Madonna di Trevignano, comune ordina la demolizione della statua

della teca e tutte le altre strutture. Lo stabilisce un'ordinanza

Dopo una sparizione della sedicente veggente Gisella Cardia, poi riapparsa, ora a sparire dovranno essere tutte le strutture allestite per i fedeli della Madonna di Trevignano. Lo stabilisce un’ordinanza di demolizione del comune in virtù del fatto che la teca e gli arredi dell’area, dove ogni tre del mese i devoti si riuniscono, sono abusivi.

L’ordinanza dà tempo 90 giorni per demolire panche, teca, tettoia in via Campo Le Rose ed è stata comunicata alla Onlus Madonna di Trevignano.

In caso di mancata ottemperanza alle disposizioni dell’ordinanza la onlus sarà sanzionata e i beni e l’area saranno acquisiti a patrimonio comunale.

© StudioColosseo s.r.l. - studiocolosseo@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna