Robert Redford si ritira: “The Old Man & the Gun sarà il mio ultimo film”

L'addio alle scene dopo 60 anni di carriera, il suo ultimo ruolo è quello di un rapinatore realmente esistito. L’attore ha confermato che smette di recitare

Robert Redford all'ultimo Festival di Venezia dove presentò il suo penultimo film Our Souls at Night © La Biennale di Venezia - ASAC

Robert Redford si ritira, addio alle scene per l’attore americano 81enne. Redford ha confermato le sue intenzioni e The Old Man & the Gun sarà il suo ultimo film, ultimo ruolo in una carriera lunga 60 anni. 

A Entertainment Weekly, ha confermato quanto detto nel 2016 che si sarebbe ritirato dopo due titoli:

“Mai dire mai, ma sono quasi certo che, parlando di recitazione, mi ritirerò dalle scene dopo questo film anche perché lo faccio da quando avevo 21 anni! Ho pensato che è abbastanza e perché non lasciare con qualcosa di positivo?”.

Al sito, Redford ha spiegato che la storia raccontata nel suo ultimo film, The Old Man & The Gun, l’ha aiutato ad arrivare a questa conclusione. Nel film diretto da David Lowery, Redford interpreta il suo ultimo ruolo quello del criminale realmente esistito Forrest Tucker:

“Per me è stato un personaggio meraviglioso da interpretare a questo punto nella mia vita. La cosa che mi ha colpito di lui – e spero che il film mostri – è che ha rapinato 17 banche ed è stato preso 17 volte andando in prigione altrettante volte. Ma è anche riuscito a evadere… 17 volte. Questo personaggio mi ha portato a chiedermi: se non era contrario al fatto di farsi arrestare in modo da poter vivere il vero brivido della sua vita… l’evasione?”.

Già due anni fa, ai tempi delle riprese del film Netflix con Jane Fonda Our Souls at Night, presentato allo scorso Festival di Venezia, Redford aveva accennato a un suo possibile ritiro dalle scene, l’aveva raccontato in un’intervista al Walker Art Center parlando con il nipote:

“Recitare mi sta iniziando a stancare, sono una persona impaziente ed è difficile per me sedermi per fare riprese su riprese. A questo punto della mia vita, mi dà più soddisfazioni non essere dipendente da nessuno. […] Penso che proseguirò solo a dirigere, mi restano due ruoli: quello di Our Souls at Night con Jane Fonda, una storia d’amore in cui due persone anziane hanno una seconda chance nella vita, e The Old Man and the Gun, una commedia con Casey Affleck e Sissy Spacek. Una volta terminati, dirò addio a tutto e mi concentrerò sulla regia”.

Redford, 81 anni, recita dal 1960 quando apparse nei primi ruoli televisivi e ottenne una parte nel film sul mondo del basket In punta di piedi (in cui per la prima volta divise le scene con Jane Fonda). La sua fama di attore, parallelamente a quella di sex symbol, incrementò a cavallo degli anni 60 e 70 con ruoli come quello di A Piedi Nudi nel Parco, Butch Cassidy, La Stangata (entrambi con Paul Newman), per questo ruolo ottenne la sua unica nomination agli Oscar come attore protagonista.

Vinse l’Oscar per il suo primo film da regista, Gente Comune con Mary Tyler Moore, nel 1981, replicò con una nomination per Quiz Show e nel 2001 vinse l’Oscar alla Carriera. Una carriera costellata da ruoli importanti e amati come quello di Gatsby de Il Grande Gatsby, Tre Giorni del Condor, Tutti gli Uomini del Presidente, Il cavaliere elettrico, Il migliore (ancora una volta sul mondo del baseball diretto da Barry Levinson).

Il suo ultimo film è prodotto dall’attore e può contare nel cast anche su Sissy Spacek, Danny Glover, Tom Waits e il premio Oscar Casey Affleck, sarà presentato al prossimo Toronto Film Festival. Redford ha anche fondato il Sundance Film Festival, una delle kermesse cinematografiche più amate dalla critica, il festival si svolge ogni anno nello Utah, il primo si svolse a Sundance, nel resort che acquistato da Redford con i proventi del suo ruolo di Sundance Kid in Butch Cassidy e in Gli Spericolati.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna